Edizioni Fili d'Aquilone

HOME PAGE | CONTATTI | ACQUISTI | LA RIVISTA

 

Carmen Villoro
LIQUIDÀMBAR
a cura di Marco Benacci

Modalità di acquisto

Liquidàmbar di Carmen Villoro – raccolta poetica pubblicata in Messico nel 2017 – è una tela intricata di parole, a tratti spiazzante, frutto di una grande inventiva stilistica e raffinatezza, tessuta con lo scopo di dare voce a sentimenti che il linguaggio quotidiano non riesce a esprimere. Ci troviamo di fronte a neologismi nati per esprimere l’effimerità di certi sentimenti, parole o espressioni tipiche del Messico, modi di dire o termini che hanno più significati, elementi della cultura indigena che si mischiano con la vita quotidiana, piccole variazioni nei versi che si ripetono all’interno delle sezioni.
Liquidàmbar è un canto spirituale assoluto: un viaggio che si compie da soli, senza essere mai soli.

Dall'introduzione di
MARCO BENACCI


CARMEN VILLORO, psicanalista e poeta (Città del Messico, 1958). Ha pubblicato libri di poesia e di prosa poetica, tra i quali: El tiempo alguna vez (1990), El habitante (1998), Jugo de naranja (2000 e 2008, tradotto in francese e pubblicato in Canada nel 2017), Obra negra (2006), Espiga antes del viento (2011), Liquidámbar (2017). Ha ricevuto il «Premio FILIJ Ensayo sobre Literatura Infantil y Juvenil» (1993), il «Premio Jalisco» (2016) e il «Premio Internacional Hugo Gutiérrez Vega» (2018). Direttrice, presso l’Universidad de Guadalajara, sia della Cátedra de Arte, Poética y Literatura «Fernando del Paso» che della Biblioteca Iberoamericana «Octavio Paz».


i fili - 43 - ottobre 2020
pagg. 172, € 15
ISBN 978-88-97490-50-0
La scheda del libro (file PDF)
Le prime pagine (file PDF)




HOME PAGE | CONTATTI | ACQUISTI | LA RIVISTA